Processione eucaristica del 9 giugno

La processione eucaristica di domenica 9 giugno partirà dal Santuario della Famiglia S. Gianna e percorrerà le vie: Roma, Piazza Santa Gianna, Cuggiono, Novara, Legnano, Papa Giovanni XXIII, San Bernardo, Trieste, Piazza Europa e Chiesa parrocchiale. Come sappiamo la processione di quest’anno sarà presieduta da don Stefano Cardani, sacerdote novello, nella serata (ore 20.45 in Santuario) del giorno della sua Prima Messa.
Le famiglie che sono interessate dal passaggio della processione sono invitate dopo il 20 maggio a ritirare gli stendardi che abbiamo preparato per l’occasione e che prossimamente presenteremo su questo foglio di Info.Mesero. Gli stendardi dovranno essere esposti sulle cancellate, alle finestre o ai balconi con venerdì 7 giugno. Circa il luogo dove ritirarli e il contributo per il noleggio saremo più precisi prossimamente.

Oratorio estivo 2013

L’esperienza estiva dell’anno scorso si ripresenterà anche quest’anno, proponendo a tutti i ragazzi dalla 1^ elementare alla 3^ media quattro settimane e mezzo di attività, giochi e opportunità che renderanno il tempo estivo un momento davvero bello da vivere fino in fondo. Anche quest’anno proponiamo l’Oratorio estivo nella formula dalle ore 9.00 alle 17.30 (dalle ore 8.00 con servizio accoglienza), o nella versione solo pomeriggio per chi lo desidera.
I nostri Adolescenti con don Riccardino e con gli amici degli oratori di Marcallo e Boffalora nel mese di maggio faranno un percorso formativo per animare al meglio i bambini e i ragazzi. Il nostro Oratorio, come gli altri della nostra area omogenea, disporrà di un educatore per tutto il periodo del centro estivo. Gli animatori lo conosceranno durante la fase preparatoria nel mese di maggio.
Nel frattempo, già fin d’ora, chiediamo alle mamme che sono a casa dal lavoro, ai nonni e nonne, ai pensionati ancora giovani di dare la loro disponibilità anche per poche ore per le diverse attività (compiti delle vacanze, attività manuali) e servizi (cucina, pasti, bar e pulizia ambienti) di cui l’Oratorio ha bisogno (prendere
contatti con don Giorgio).
Il modulo di iscrizione all’Oratorio estivo sarà in distribuzione domenica 12 maggio e già da quella data saranno aperte le iscrizioni. Le iscrizioni si chiudono il 2 giugno! Fate attenzione!
Ecco le date del nostro Oratorio: da mercoledì 12 giugno a venerdì 12 luglio 2013.

La prima Messa di don Stefano Cardani

Lo scorso numero di info.Mesero ha dato le prime indicazioni relative alla processione eucaristica del prossimo 9 giugno, ma è nostra intenzione tenere aggiornata l’agenda del più importante evento parrocchiale di quest’anno: la Prima Messa di don Stefano Cardani, 8 e 9 giugno 2013.
Con l’inizio del mese di maggio apriremo le iscrizioni per partecipare all’Ordinazione presbiterale in Duomo nella mattinata dell’8 giugno.
Nel frattempo, dopo il primo appuntamento di carattere religioso e spirituale avvenuto lo scorso mercoledì 20 marzo in Santuario della Famiglia, stiamo prendendo contatti con due opportunità di carattere culturale e catechetico.
Mentre il prossimo giovedì 23 maggio sarà tra noi Mons. Peppino Maffi, Rettore Maggiore dei Seminari di Milano, il quale presidierà una S. Messa in Chiesa parrocchiale alle ore 21.00.
Don Peppino è il Rettore di don Stefano e lo conosce molto bene. Poi toccherà al suo Padre spirituale, don Angelo, il quale ci darà risposta prossimamente.
I Giovani stanno organizzando una fiaccolata per domenica 26 maggio, fiaccolata che toccherà le Parrocchie dove Stefano ha fatto una esperienza pastorale significativa. Altre persone stanno allestendo lo spettacolo di sabato 8 giugno.
Nella seconda metà di maggio apriremo le iscrizioni al pranzo che verrà organizzato in Oratorio San Giovanni Bosco nella domenica 9 giugno. Nel frattempo alle famiglie interessate dal passaggio della Processione verrà distribuito lo stendardo eucaristico.
Tutte queste iniziative e tante altre chiedono la partecipazione festosa e gioiosa, la presenza corposa, che dia un segnale forte a tutta la popolazione di Mesero!

Anniversari di Matrimonio

Festeggiare gli anniversari di Matrimonio è un gesto di profonda riconoscenza al Signore per il dono della vita, dell’amore, del matrimonio e della famiglia. Vorrei formulare una serie di riflessioni che prendo in prestito da un intervento di don Mirko Bellora (prevosto di Vimercate). Don Mirko rivolgendosi alle coppie della sua Parrocchia che come noi hanno fatto festa per lo stesso motivo diceva un anno fa: “Voglio esprimervi un decalogo.
Un decalogo che sogno possa essere una bussola utile non solo per le coppie festeggiate oggi ma anche per ciascuno di voi presente a questa Eucarestia:
1. Tenere Dio in casa come ospite fisso: sfrattare Dio da casa sarebbe uno degli sbagli più gravi. Dio unisce, Dio fortifica. Dio, poi, è l’unica garanzia che neanche la morte vi separerà.
2. Pregare insieme: “le mie idee cambiano quando prego” (Bernanos). La preghiera insieme insegna a comprendersi, a essere fedeli, a perdonarsi, a ricominciare, ad amare come amava Gesù. Se le coppie pregassero di più insieme, renderebbero il loro legame molto più forte, molto più difficile da spezzare.
3. Guardare in positivo: cercare di cogliere le doti e i desideri dell’altra/o prima che le sue mancanze o i suoi limiti.
4. Sedersi: occorre fermarsi, dialogare, darsi tempo: Bisogna essere accoglienti,avere il cuore come una “comoda poltrona”in cui l’altro possa sedersi, rilassarsi, sentirsi a suo agio,capito, ascoltato, accolto. (Nico Dal Molin).
5. Tacere: tanti cortocircuiti nascono perché la lingua parla quando è troppo calda. Lasciate passare qualche ora; poi parlate pure!
6. Sorridere: il sorriso è una magia. Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. (Pablo Neruda).
7. Mettere la fantasia al potere: un fiore, un regalo,un invito a cena fuori… arrivare prima a casa… (avvisando!…) per dire no all’abitudine e alla monotonia. “L’abate stava a sedere sul treno, in faccia aveva un uomo e una donna di mezza età, così indifferenti l’uno all’altra da far pensare che fossero sposati (Bruce Marshall).
8. Coltivare la tenerezza: siete sposati da diversi anni ma restate sempre fidanzati. Ascoltate il saggio: Dimmi spesso che mi ami, con parole, gesti, azioni. Non credere che lo sappia già. Forse ti sembrerò imbarazzata/o e negherò di averne bisogno. Ma tu non credermi, fallo lo stesso.
9. Perdonare: il perdono non è debolezza, il perdono è l’amore umano che si fa divino, il perdono risveglia la scintilla di amore che è nascosta in ogni uomo, ci rende leggeri e nuovi.
10. Tenere le porte aperte agli altri: Quando il mondo della coppia arriva solo fin dove arriva l’uscio di casa allora si finisce col morire di asfissia. Si disimpara ad amare, dimenticandosi che i simboli del cristiano e della Pentecoste non sono le pantofole e la camomilla ma il vento e il fuoco”.
Allora esprimiamo alle coppie che quest’oggi festeggiano con noi il loro anniversario di matrimonio un AUGURIO GRANDE, grande quanto il cuore del Signore, perché la loro vocazione è quella di amare come il Cuore di Cristo, quanto il Cuore di Gesù sulla croce, con le mani di Gesù che lavano i piedi di Pietro e curano gli occhi dei ciechi del Vangelo! Auguri!