La comunità adulta educante

In vista della prossima Settimana dell’educazione (21-31 gennaio), è utile recuperare il significato di alcune parole particolarmente importanti.
Quando parliamo di Comunità educante a chi ci stiamo riferendo? Nel vissuto quotidiano è immediato pensare all’insieme degli operatori pastorali dell’oratorio. Non è sbagliato, purché non si perda la consapevolezza che chi si dedica all’azione educativa può farlo solo se inserito in un vissuto ecclesiale vivo.
Occorre andare oltre un’idea unicamente organizzativa della Chiesa e sentirsi inseriti nella richiesta del nostro Arcivescovo Mario: recuperare il desiderio di iniziare subito il Regno di Dio. Quando parliamo di Comunità educante vogliamo quindi riferirci alla Chiesa nel suo mistero e nella sua missione, visibili oggi in una Comunità concreta, fatta di uomini e di donne, bambini, giovani, anziani che amano, sperano, soffrono, in un particolare territorio. È una Comunità viva e cosciente di sé, che cammina con la cintura ai fianchi e il bastone in mano, pronta ad uscire per annunciare e vivere il Vangelo della gioia. Soltanto una Comunità che alimenta il desiderio missionario, può generare un’azione educativa vera e seria.
Come ci ha insegnato il card. Martini, il vero credente non si esonera mai dalla responsabilità educativa. È un’affermazione forte che ci ricorda che, in quanto adulti, siamo sempre chiamati alla responsabilità e alla relazione educativa con i ragazzi in crescita. L’incontro con i ragazzi e i giovani ci provoca ad assumere peculiari responsabilità umane e sociali, soprattutto oggi che viviamo un contesto culturale in cui spesso sono proprio gli adulti a voler fuggire dalla loro condizione di maturità. In questo senso, la prima preoccupazione di una Comunità educante non è di formare, ma di formarsi!
È inoltre bene ricordare che una Comunità può dirsi educante se sa riconoscere l’azione educativa del Padre verso di essa. Una Comunità deve quindi mantenere vivo il desiderio di incontrare la Parola del Vangelo, per rintracciare e assimilare lo stile educativo di Gesù, senza dimenticare la centralità di un vissuto fraterno intenso e l’acquisizione di nuove competenze pedagogiche specifiche necessarie per affrontare la complessità dei bisogni educativi di oggi.
La settimana dell’educazione va colta quindi come l’occasione per rinnovare insieme la coscienza di essere educatori in quanto adulti credenti.

don Stefano Guidi
Direttore Fom Responsabile del Servizio per l’Oratorio e lo Sport
Arcidiocesi di Milano

Lavori in chiesa parrocchiale

Visto il buon funzionamento del riscaldamento una volta attivati e sostituiti i vecchi scambiatori di calore con i nuovi fan coil, si procederà alla sostituzione degli ultimi due mancanti posti ai lati dell’ingresso della chiesa, in modo da potenziare e completare il lavoro.
Inoltre si procederà al montaggio di una vetrata per chiudere in maniera più ermetica la cappella feriale o invernale, dato che le tende non consentono una chiusura in grado di mantenere il calore.
Questo comporterà uno spazio più caldo, un guadagno estetico e anche economico dato che un minor dispendio di calore, o aria condizionata in estate, comporta un minor lavoro delle pompe di calore, con un conseguente risparmio di energia elettrica.
Tali interventi ci consegneranno un ambiente più accogliente con la possibilità di vivere meglio le celebrazioni.
Entrambi i lavori comporteranno un costo di circa 9000 €.

Calendario pastorale

Da giovedì 18 a giovedì 25 : settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

Da lunedì 22 a domenica 28: settimana dell’ educazione ( Mons. M. Delpini).
In oratorio a Marcallo mostra “ Con gli occhi di Marcellino” , ispirata al film Marcellino pane e vino.
Orari: Lunedì-Venerdì 16.30 – 18 ; Sabato – Domenica 16- 19.

Lo spettacolo dei “Palchimia” presso la sala della comunità di sabato 20 è sospeso causa problemi della compagnia.

Domenica 21 : in occasione della giornata della solidarietà le offerte raccolte nella cassetta all’ingresso della chiesa serviranno per il servizio “Siloe” che la diocesi utilizza per aiutare le persone nel reinserimento lavorativo. I soldi che confluiscono in questo fondo vengono spesi per superare gli ostacoli pratici in vista di una ricollocazione lavorativa. Quest’anno si sono aiutare molte persone, ma il numero degli interventi potrebbe essere maggiore se le offerte fossero più cospicue.
Per devolvere al fondo di solidarietà, IBAN: IT22I0521601631000000071601- Conto Arcidiocesi di Milano – Credito Valtellinese – Causale: Fondo di solidarietà.

ore 15.00 laboratorio di carnevale presso l’oratorio.
ore 19.00 cena di S. Agnese per le ragazze presso l’oratorio di Marcallo.

Lunedì 22: ore 10.30 sala della comunità: “Matinee”, Giornata della memoria.
ore 21.00 Corso in preparazione al matrimonio presso il Santuario della Famiglia.
ore 21.00 Presso la sala “don Gianni” in oratorio a Marcallo: Cyberbullismo.
Incontro con esperti della cooperativa “La Pepita” che da oltre 10 anni si occupano di questo problema.

Martedì 23 ore 21.00 presso la casa parrocchiale riunione catechiste di 2^ elementare.

Mercoledì 24 ore 21.00 presso la casa parrocchiale riunione catechiste di 3^ elementare.

Giovedì 25 e venerdì 26: ore 20.30 presso il santuario della Famiglia: momento di riflessione e di
preghiera sul tema della famiglia.

Sabato 27: ore 20.45 presso la sala della comunità: la compagnia teatrale “Oratori in scena ” dei ragazzi di Boffalora, Mesero e Marcallo con Casone presenta:
“Le cronache di Sherwood”.
Per prenotazione dei biglietti 3406237674 ( Laura) – 3342384193 ( Filippo).
Chiamare dal lunedì al venerdì dalle ore 18.30 alle ore 21.00 entro il 26 gennaio.
Biglietto intero 5 €. Ridotto (fino ad 11 anni) 3 €

Domenica 28: In occasione della festa della famiglia, dopo le sante messe verrà distribuito un pane per
famiglia come segno di condivisione e di aiuto fraterno.
ore 15.00 laboratorio di carnevale presso l’oratorio.
ore 16.30 in occasione della giornata dedicata alla festa della famiglia, la S. messa in Santuario della famiglia sarà celebrata dall’Arcivescovo Mario del Pini. Per la ricorrenza sarà presente anche il C.A.V.      (Centro aiuto alla vita).
ore 18.00 presso la chiesa parrocchiale l’ Arcivescovo incontrerà i giovani del decanato per un dialogo sul sinodo dei giovani.

Calendario pastorale

Lunedì 15: ore 21.00: corso in preparazione al matrimonio (Santuario della Famiglia).

Mercoledì 17 ore 21.00 corso di teologia per laici presso la sala della comunità: da Gesù ai Vangeli.
Dato che con questo incontro si apre la riflessione sui Vangeli, invitiamo a partecipare a questo incontro e ai prossimi di febbraio i giovani e i catechisti.

Sabato 20 ore 21.00: spettacolo teatrale a cura della compagnia “Palchimia”.