Certi fatti…

Certi fatti… un pugno nello stomaco!
Due figli, un bimbo e una bimba: uccisi e bruciati, dal loro papà!
Due sposi: incapaci di fedeltà ad una promessa d’amore più forte dei problemi, inevitabili per tutti… e insuperabili se non ci si ricorda: “Senza di me non potete fare nulla”,come dice Gesù… Gesù dice anche di non cercare la colpa dell’uno o dell’altro… ma, di fatto, il non-amore genera orrore. E morte!

Certi fatti… un’occasione di riflessione, di “conversione”…
Un bel numero di ragazzi e ragazze, bravi, pieni di gioia, speranza del futuro: fanno la Cresima, sacramento della maturità cristiana! Si son preparati bene…
Sono chiamati a testimoniare la “vita nello Spirito Santo-Amore”: hanno la vita davanti… sappiamo tutti com’è la vita di molti cristiani “adulti”, della “società”!
Saremo capaci di dire a loro (penso in primo luogo a genitori, nonni, padrini…) che la vita cristiana non vive a lungo se non la si alimenta? (il cero è un simbolo!) Li lasceremo andare per le strade dell’individualismo, egoismo, edonismo, perbenismo, qualunquismo ( e ogni altro “ismo” di cui il mondo è pieno), senza richiamarli alla strada della verità, del bene, del servizio, del sacrificio… che non è possibile percorrere se non seguendo Gesù (Eucaristia, Preghiera, Parola di Dio, vita comunitaria in oratorio…)? Certo, li richiameremo, a giusto tempo, se siamo sicuri che solo Gesù-Dio assicura Vita vera, piena, eterna! (già qui in terra). La loro Cresima chiama noi adulti ad essere coerenti con la fede in Cristo.

Don Giuseppe Colombo

28 settembre: festa dell’oratorio

Per sottolineare il duplice riferimento che nella nostra parrocchia esiste per i ragazzi, la Festa dell’Oratorio vedrà due momenti distinti: al mattino e nel primo pomeriggio in Oratorio Maria Immacolata per i piccoli e le loro famiglie con Messa in cortile (in caso di bel tempo), aperitivo, giochi, Benedizione.
Nel tardo pomeriggio e alla sera in Oratorio S. Giovanni Bosco per i ragazzi dalla terza media in poi e per le loro famiglie con la prima Stramarcallomesero (gara di velocità a piedi, con monopattino, rollerblade o skateboard con partenza dall’Oratorio di Marcallo – leggi il volantino) cui seguirà la merenda, le premiazioni, la Messa in cortile (in caso di bel tempo) e la cena con la presentazione della Bottega del Teatro a cura de I 4 Salti in Platea e l’estrazione dei biglietti vincenti della sottoscrizione a premi.
Ci aspettiamo la partecipazione massiccia dei ragazzi – piccoli e soprattutto grandi – e delle loro famiglie (e chiediamo comprensione per la Messa in oratorio).
Sono benvenuti tutti coloro che sono disposti a collaborare all’organizzazione: a questo scopo, in particolare per la Stramarcallomesero, ci sarà giovedì sera in Oratorio S. Giovanni Bosco – dopo la cena con trippa – un incontro per coordinare il servizio e tutti gli annessi.
Passate parola…

Per ricordare la vacanza a Miazzina

Stefano ha raccolto tutte le fotografie scattate a Miazzina, in vacanza con i ragazzi, in una divertente presentazione musicale. Puoi scaricarla da qui (sono circa 150 MB).
Per eseguirla devi scompattare l’archivio estraendo tutti i file, quindi cliccare sul file chiamato “play”. Ti apparirà una finestra di dialogo, nella quale dovrai cliccare su “accetta” e… il gioco è fatto!
Non dimenticarti di accendere le casse del tuo computer! La presentazione partirà automaticamente.

Ti ricordiamo inoltre l’appuntamento di lunedì 15 settembre ore 20.45 all’oratorio Maria Immacolata, per una serata speciale insieme ai ragazzi ed agli educatori che con te hanno condiviso quest’esperienza. Non dimenticare di invitare anche genitori e fratelli/sorelle!