Regali alternativi per un Natale solidale

Anche tu a Natale non sai cosa regalare alla mamma, al tuo migliore amico o al tuo fidanzato? Anche tu ti stai chiedendo se la zia Anna già possiede una caffettiera o non ti ricordi più se l’anno scorso le avevi già regalato un maglione blu? E soprattutto anche tu quest’anno vuoi fare un regalo diverso e di grande valore per chi lo riceverà?

Save the Children ha la giusta soluzione per te: la Lista dei Desideri. Quest’anno vogliamo aiutarti a scegliere dei regali nuovi e davvero importanti che non solo faranno felici i tuoi amici e la tua famiglia, ma che soprattutto regaleranno un sorriso a tanti bambini che vivono nei paesi in via di sviluppo.

Hai mai pensato di regalare uno yak peloso ai tuoi amici? Per tanti bambini – grazie al suo prezioso latte e alla sua lana – proprio uno yak sarebbe il dono più desiderato. Oppure regalare un kit al peperoncino che tiene lontani gli elefanti dai campi coltivati? Sì, perché i pachidermi odiano starnutire e così i raccolti di intere famiglie sono salvi. Questi sono solo alcuni esempi dei regali che potrai scegliere nella Lista dei Desideri di Save the Children.

Per Natale trova il tuo regalo nella Lista dei Desideri e scopri così un modo nuovo e divertente di fare felici tre persone con un solo regalo: tu, chi lo riceve ed un bambino lontano. La Lista dei Desideri di Save the Children è piena di regali disegnati per aiutare a cambiare le vite di tanti bambini in tutto il mondo. Il regalo che scegli andrà simbolicamente ai tuoi amici, che riceveranno una simpatica cartolina, e concretamente a beneficio dei bambini delle aree in cui Save the Children lavora. Ci sono doni per tutte le tasche e sono tutti regali che possono fare la differenza!

(da www.desideri.savethechildren.it)

Newsletter e RSS feed

Vuoi essere sempre aggiornato sulle informazioni relative alla nostra parrocchia? Questo sito ti offre due possibilità!

newsletter40.jpg Newsletter
Attraverso questo servizio, puoi ricevere nella tua casella email i nuovi articoli pubblicati su questo sito. L’email ti verrà recapitata solamente nel caso ci siano novità. Non riceverai alcun messaggio pubblicitario ed il tuo indirizzo non verrà comunicato a terzi. Potrai scegliere di disdire l’abbonamento in qualsiasi momento, semplicemente selezionando il link presente in fondo ad ogni messaggio.
Per abbonarti dovrai inserire il tuo indirizzo ed il codice che vedrai visualizzato.
Clicca qui se vuoi procedere con l’iscrizione.

rss40.jpg Feed RSS
Tutti gli articoli di questo sito vengono distribuiti con il sistema RSS (Really Simple Syndication), un modo semplice e comodo per essere informati in tempo reale. Grazie ai feed RSS, è quindi possibile ricevere sul proprio computer aggiornamenti sulle ultime notizie pubblicate dal sito.
Per accedere ai contenuti RSS è sufficiente una connessione internet ed un apposito programma chiamato “aggregatore”. In rete se ne trovano diversi, molti dei quali gratuiti, come Feed Reader oppure Sharpreader. Anche Firefox, browser internet gratuito, integra la possibilità di leggere questi contenuti.
L’indirizzo da utilizzare per visualizzare i feed di questo sito è il seguente: http://parrocchiadimesero.wordpress.com/feed/

Freerice, il gioco che aiuta i meno fortunati

Una conferma della grandi possibilità offerte dalla rete anche per scopi di solidarietà, ci viene in questi ultimi tempi offerta da FreeRice. Si tratta di un gioco online che, oltre ad essere estremamente divertente ed efficace è soprattutto utile: per ogni risposta esatta che ognuno di noi darà al quiz presente sul sito, dieci chicchi di riso verranno donati ad una persona povera.
Si tratta sostanzialmente di un comune test che mette alla prova il vocabolario di chi vi gioca e, pur essendo in inglese, è relativamente semplice e giocabile, soprattutto se si pensa che ciò che stiamo facendo è a scopo benefico. A distribuire il riso è infatti il Programma Alimentare Mondiale (World Food Program), mentre a pagare per la donazione sono gli sponsor in fondo alla pagina, tra cui spiccano numerosi nomi importanti.
Non abbiamo niente da perdere, ma abbiamo milioni di chicchi di riso da regalare.