7/8 maggio: concorso mamma pasticciera 2016

Nell’appuntamento di maggio (7 e 8/5) proponiamo il “Concorso Mamma pasticciera 2016” con ricchi premi: partecipate numerosi! Chi volesse partecipare consegni la propria torta nel pomeriggio di sabato 7 maggio o tutt’al più nella mattinata di domenica 8. La premiazione avverrà al termine della S. Messa celebrata alle ore 17.30 in Santuario della Famiglia, sul sagrato della Chiesa. La torta verrà giudicata sotto il profilo estetico e tutte saranno messe in vendita per le iniziative della Parrocchia.

Mese di maggio: santo rosario per le famiglie

Col 1 maggio apriamo il mese dedicato alla figura di Maria, alla Vergine nostra avvocata di grazia, che invochiamo per le nostre famiglie, perché siano cenacoli di amore, educazione e maturità umana. Chi volesse che si reciti la preghiera del Santo Rosario nel proprio cortile prenda contatti con le Suore, lasciando cognome nome, indirizzo e numero di telefono. Il 1 maggio diremo il Rosario in Santuario di San Bernardo e l’Addolorata alle ore 20.30.
Inutile dire che ci attendiamo una buona partecipazione delle famiglie! Mamme e papà con relativi
figli, che insieme pregano per se stessi e per quanti sono in difficoltà nei legami familiari.

6 maggio: biciclettata con le mamme

Preparandosi alla festa della Mamma di domenica 8 maggio, giornata dedicata anche alla festa
di Santa Gianna come mamma e testimone del dono della vita, proponiamo una biciclettata che partirà alle ore 18.30 dal Santuario di S. Gianna e toccherà le Parrocchie di Marcallo e Casone per concludersi in Oratorio a Mesero alle ore 20.30 dove troveremo allestito un happy hour/apericena.
Per organizzare al meglio l’evento e il momento in Oratorio abbiamo bisogno di sapere quanta gente intende partecipare, pertanto date la vostra adesione presso le Suore, il bar dell’Oratorio e l’edicola Zoia di via Roma, le catechiste. L’Happy hour prevede un piatto di pasta asciutta per tutti, torte salate e dolci, salatini e tante altre cose: vi chiediamo un contributo di € 3,00 a testa.

La voce del vescovo: pastorale familiare

A partire dalla forte sottolineatura posta dall’ultimo Sinodo dei vescovi sulla famiglia come «soggetto di evangelizzazione», l’Arcivescovo in più occasioni ha rilanciato questo suo tratto missionario, invitando le famiglie della diocesi a riscoprire un loro specifico protagonismo nella testimonianza del Vangelo, a partire dai vissuti più quotidiani, fatti soprattutto di incontri e di relazioni, e valorizzando in particolare i rapporti amicali e di vicinato come occasioni preziose per condividere le esperienze di ogni giorno, rileggendole alla luce del Vangelo.
Lo stesso cardinale Scola ha voluto dare testimonianza diretta di questo “stile”, trascorrendo alcune serate “attorno alla tavola”, in casa di famiglie che avevano invitato amici e vicini per condividere uno scambio di vita e di fede. Di questa medesima esperienza l’Arcivescovo invita tante altre famiglie a farsi promotrici, nei tempi e nelle modalità che si ritengono più opportune.
Vorremmo chiamare questa iniziativa “La tavola di Emmaus”. Alla luce della stupenda icona pasquale di Luca 24, in cui l’evangelista narra del riconoscimento del Risorto da parte di due suoi discepoli attraverso il dialogo aperto e fraterno, invitiamo in particolare tutte le famiglie che partecipano ai Gruppi familiari della diocesi a sperimentare questo gesto missionario nel Tempo Pasquale.